• Nuove tariffe dell'imposta di soggiorno a Sondrio
  • Le prestazioni occasionali e la nuova comunicazione preventiva all'Ispettorato del Lavoro
  • Assegno unico universale 2022
  • Etichettatura ambientale degli imballaggi
    Posticipata l'entrata in vigore della norma dal 1° gennaio al 1° luglio 2022
  • Nuove misure urgenti per fronteggiare l'emergenza Covid-19
TUTTE LE INFORMAZIONI IN PRIMO PIANO »
Tutte le news >>

Imprenditoria femminile: nasce il Fondo Impresa Donna

Contributi e finanziamenti agevolati per favorire l'imprenditorialità femminile

Il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto interministeriale che rende operativo il Fondo Impresa Donna che mira a rafforzare gli investimenti e i servizi a sostegno dell’imprenditorialità femminile.

L’obiettivo della misura è quello di incentivare la partecipazione delle donne al mondo delle imprese, supportando le loro competenze e creatività per l’avvio di nuove attività imprenditoriali e la realizzazione di progetti innovativi, attraverso contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

Il Fondo Impresa Donna è istituito con un finanziamento iniziale di 40 milioni di euro, ai quali si aggiungeranno le risorse PNRR, 400 milioni, destinate all’imprenditoria femminile. Il progetto costituisce un intervento cardine inserito tra le linee di intervento del Ministero dello sviluppo economico nel Piano nazionale di Ripresa e Resilienza nell’ambito della missione “Inclusione e coesione”.

Il Fondo è destinato alle imprese individuali la cui titolare è donna, alle cooperative e società di persone con almeno il 60% di donne socie, società di capitale con quote e componenti del Cda per almeno due terzi al femminile, lavoratrici autonome. 

Gli interventi di supporto del Fondo Impresa Donna possono consistere in: 

  • contributi a fondo perduto per avviare  imprese  femminili,  con particolare attenzione alle  imprese  individuali  e  alle  attività libero-professionali in generale e con specifica attenzione a  quell avviate da donne disoccupate di qualsiasi età;
  • finanziamenti  senza  interesse,  finanziamenti   agevolati   e combinazione di  contributi  a  fondo perduto  e  finanziamenti  per avviare e sostenere le attività di imprese femminili;
  • incentivi per rafforzare le  imprese  femminili,  costituite  da almeno trentasei mesi, nella forma di contributo a fondo perduto  per l'integrazione del fabbisogno  di  circolante  nella  misura massima dell'80 per  cento  della  media  del  circolante  degli  ultimi  tre esercizi;
  • percorsi  di  assistenza  tecnico-gestionale  per  attività  di marketing  e  di  comunicazione   durante   tutto   il   periodo   di realizzazione degli investimenti o di  compimento  del  programma  di spesa, anche attraverso un sistema di voucher per accedervi;
  • investimenti nel capitale, anche tramite  la  sottoscrizione  di strumenti  finanziari  partecipativi,  a  beneficio  esclusivo  delle imprese  a  guida  femminile  tra  le  start-up  innovative nei settori individuati in coerenza con gli indirizzi strategici nazionali;

Il decreto interministeriale è stato firmato anche dal Ministro dell’economia e delle finanze e dal Ministro per le pari opportunità e la famiglia.

Sarà quindi inviato alla Corte dei Conti per la registrazione. Si attendono quindi istruzione e tempi sull'apertura delle domande.

Camera di Commercio di Sondrio Provincia di Sondrio Enti Bilaterali della Provincia di Sondrio Valtellina Regione Lombardia
Copyright©2022 - Sondrio Servizi al Terziario S.r.l. - via del Vecchio Macello, 4/c - Sondrio
CCIAA Sondrio, C.F. e P.I. 00620410142 - R.E.A. 43882 - cap.soc. 92.962,00 i.v.
Privacy policy - Realizzato da TelneXt
Area Riservata