• Ordinanza regionale in vigore dall'1 giugno e linee di indirizzo per le attività
  • Pubblicato il bando Safe Working - Io riapro sicuro. Domande da giovedì 28 maggio
  • Uno spazio di ascolto rivolto agli imprenditori associati
  • Le informazioni obbligatorie da esporre negli esercizi: i nostri cartelli
  • Servizi di ristorazione, rilevazione obbligatoria della temperatura: cosa fare in caso di mancanza di termoscanner
TUTTE LE INFORMAZIONI IN PRIMO PIANO »
Tutte le news >>
Consulta l'archivio o, per una ricerca più dettagliata, utilizza il 'filtro' che trovi qui sotto scegliendo una sola opzione (categoria, mandamento, tematiche) oppure utilizzandole tutte e tre per una ricerca più specifica.


Categoria


Mandamento


Tematiche


Alberghi: linee guida per la riapertura

13 maggio 2020

L'Unione del Commercio, del  Turismo e dei Servizi ha realizzato un video con le linee guida per la riapertura

Cosa c'è da sapere? Quali comportamenti bisogna mettere in campo durante le varie fasi del servizio ricettivo? 

Nel video le risposte a queste domande, fermo restando che si tratta di linee guida di buon senso, che a volte possono sembrare anche banali, ma è importante sottolinearle, viste anche delle numerose spinte commerciali all'acquisto di dispositivi. 

Oltre al video completo sul nostro canale youtube https://bit.ly/2WqPzKo sono disponibili anche i singoli video relativi alle fasi del servizio ricettivo 

In allegato proponiamo altresì iI protocollo di sicurezza per la riapertura delle strutture ricettive e anche la check list di autovalutazione covid-19 con i relativi allegati riguardanti l’informativa ai lavoratori, il verbale di consegna dei dispositivi di protezione individuale, l’autodichiarazione di ingresso in azienda per il personale dipendente e il registro delle pulizie giornaliere.

AGGIORNAMENTI

18 maggio 2020

La nuova ordinanza regionale 547 del 17 maggio 2020 (e allegato) disponibile sempre sul nostro sito specifica ulteriormente quanto già previsto per la riapertura delle strutture ricettive. 

Rispetto a quanto comunicato già nei video presenti sul nostro canale youtube sono stati introdotti i seguenti cambiamenti:

RILEVAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA AI DIPENDENTI: 

Prima dell’accesso al luogo di lavoro deve essere rilevata la temperatura corporea del personale e se superiore ai 37,5° non sarà consentito l'accesso o la permanenza ai luoghi di lavoro, posto in isolamento con relativa segnalazione alle autorità sanitarie (LA RILEVAZIONE DELLA TEMPERATURA AI DIPENDENTI E’ DUNQUE OBBLIGATORIA). Se durante l’attività il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione respiratoria da COVID-19 (es. febbre, tosse, raffreddore, congiuntivite) sarà posto in isolamento e segnalato alle autorità sanitarie. La rilevazione della temperatura corporea è fortemente raccomandata anche per i clienti. Per le disposizioni di dettaglio si rinvia a quanto previsto dal paragrafo 1.3 dell’ordinanza 547 del 17 maggio 2020.

In assenza di strumento di rilevazione idoneo per difficoltà di reperimento sul mercato è consentito, solo in via transitoria, che il datore di lavoro o suo delegato verifichi all'arrivo sul luogo di lavoro, la temperatura che il dipendente o, nel caso di cui al secondo periodo della lettera b) del punto 1.3 dell’oridnanza anche il cliente, prova con strumento personale idoneo.

SPECIFICHE SU MICROCLIMA E AERAZIONE: 

Per quanto riguarda il microclima, è fondamentale verificare le caratteristiche di aerazione dei locali e degli impianti di ventilazione e la successiva messa in atto in condizioni di mantenimento di adeguati ricambi e qualità dell’aria indoor. Per un idoneo microclima è necessario:

garantire periodicamente l’aerazione naturale nell’arco della giornata in tutti gli ambienti dotati di aperture verso l’esterno, dove sono presenti postazioni di lavoro, personale interno o utenti esterni (comprese le aule di udienza ed i locali openspace), evitando correnti d’aria o freddo/caldo eccessivo durante il ricambio naturale dell’aria;

aumentare la frequenza della manutenzione / sostituzione dei pacchi filtranti dell’aria in ingresso (eventualmente anche adottando pacchi filtranti più efficienti);

Si ricorda infine l’importanza di predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità.

 

Gli uffici dell'Unione sono a disposizione per ogni ulteriore informazione o chiarimento(tel. 0342-533311).
Camera di Commercio di Sondrio Provincia di Sondrio Enti Bilaterali della Provincia di Sondrio Valtellina Regione Lombardia
Copyright©2020 - Sondrio Servizi al Terziario S.r.l.
Socio unico Unione del Commercio del Turismo dei Servizi della Provincia di Sondrio
via del Vecchio Macello, 4/c - Sondrio | Pec: sondrioserviziterziario@legalmail.it
CCIAA Sondrio, C.F. e P.I. 00620410142 - R.E.A. 43882 - cap.soc. 92.962,00 i.v. | Privacy policy
Realizzato da Telnext
Area Riservata