• Ricco il programma degli eventi estivi a Chiavenna
  • RINNOVO CARICHE - GIANLUCA BASSOLA al vertice del Gruppo Ristoratori
  • RINNOVO CARICHE - Stefano Scimè nuovo presidente del Sindacato Venditori Ambulanti
  • RINNOVO CARICHE: Autotrasportatori Fai, Gruppo Servizi alle Imprese e Gruppo Orafi e Orologiai
  • RINNOVO CARICHE Piero Ghisla presidente dell'Associazione Pubblici Esercizi
TUTTE LE INFORMAZIONI IN PRIMO PIANO »
Tutte le news >>
Consulta l'archivio o, per una ricerca più dettagliata, utilizza il 'filtro' che trovi qui sotto scegliendo una sola opzione (categoria, mandamento, tematiche) oppure utilizzandole tutte e tre per una ricerca più specifica.


Categoria


Mandamento


Tematiche


Sacchetti di plastica non biodegradabili - IN VIGORE LE SANZIONI


Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 20 agosto 2014 (Supplemento Ordinario n.72 ) della legge 11 agosto 2014, n. 116, di conversione del decreto legge n. 91/2014 (decreto ‘Competitività’), sono entrate in vigore dal 21 agosto le sanzioni per la commercializzazione di sacchetti di plastica non biodegradabili.


Si ricorda che per effetto della legge è consentita la commercializzazione dei sacchi per l’asporto delle merci che rientrano in una delle seguenti categorie:


a) sacchi monouso biodegradabili e compostabili, conformi alla norma armonizzata UNI EN  13432:2002;


b) sacchi riutilizzabili composti da polimeri diversi da quelli di cui alla lettera a) che abbiano maniglia esterna alla dimensione utile del sacco:

b.1) con spessore superiore a 200 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno il 30 per cento se destinati all’uso alimentare;

b.2) con spessore superiore a 100 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno il 10 per cento se non destinati all’uso alimentare;


c)sacchi riutilizzabili composti da polimeri diversi da quelli di cui alla lettera a) che abbiano maniglia interna alla dimensione utile del sacco:

c.1) con spessore superiore ai 100 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno 30 per cento se destinati all’uso alimentare;

c.2) con spessore superiore ai 60 micron e contenenti una percentuale di plastica riciclata di almeno il 10 per cento se non destinati all’uso alimentare.


È altresì consentita la commercializzazione dei sacchi riutilizzabili per l’asporto delle merci realizzati in carta, in tessuti di fibre naturali, in fibre di poliammide e in materiali diversi dai polimeri.


Si ricorda che le sanzioni amministrative pecuniarie vanno da 2.500 euro a 25mila euro, aumentate fino al quadruplo del massimo se la violazione del divieto riguarda quantità ingenti di sacchi per l’asporto oppure un valore della merce superiore al 20% del fatturato del trasgressore.


Pertanto, raccomandiamo alle aziende che dovessero avere necessità di ordinare sacchetti, di fare molta attenzione e di chiedere ai propri fornitori l’assicurazione scritta che i prodotti ordinati siano conformi a quanto disposto dalla nuova normativa.

Camera di Commercio di Sondrio Provincia di Sondrio Enti Bilaterali della Provincia di Sondrio Valtellina Regione Lombardia
Copyright©2019 - Sondrio Servizi al Terziario S.r.l.
Socio unico Unione del Commercio del Turismo dei Servizi della Provincia di Sondrio
via del Vecchio Macello, 4/c - Sondrio | Pec: sondrioserviziterziario@legalmail.it
CCIAA Sondrio, C.F. e P.I. 00620410142 - R.E.A. 43882 - cap.soc. 92.962,00 i.v. | Privacy policy
Realizzato da Telnext
Area Riservata